Sviluppo economico contemporaneo di Umbria e Marche al centro del dibattito al Corporate Economic Forum targato ESG89

Giovedi 21 marzo nella suggestiva sala consiliare del Comune di Montefalco si è tenuto l’importante Corporate Economic Forum ESG89 dal tema: lo sviluppo economico contemporaneo di Umbria e Marche (scopri quali sono attualmente le top 1000 società di queste due regioni).
Daniela Settimi, assessore del Comune di Montefalco con deleghe al turismo, promozione del territorio, manifestazioni e comunicazione istituzionale, ha ringraziato il presidente di ESG89 Group Giovanni Giorgetti per aver organizzato un forum importante dal punto di vista dello sviluppo del territorio ed ha spiegato come il turismo sia un settore da incrementare per il futuro: ”Proprio dal turismo nasce il nostro legame con le Marche, abbiamo stabilito legami con la pubblica amministrazione di Civitanova Marche, ci stiamo muovendo velocemente per attivare collaborazioni sia con le amministrazioni che con gli imprenditori”.
La senatrice Donatella Tesei, in qualità di primo cittadino del Comune di Montefalco, in linea con il pensiero dell’assessore Settimi ha evidenziato come il pubblico abbia bisogno di imparare dal privato, sia i tempi che le conoscenze: “Oggi ci troviamo a fronteggiare un opprimente apparato burocratico, in Senato stiamo dando molto spazio agli industriali italiani, ma le risorse da investire in processi di sviluppo e ricerca sono limitate e lo Stato fatica ad accompagnarli soprattutto verso l’estero”.
Questo è stato l’incipit con il quale la senatrice e sindaco di Montefalco, Donatella Tesei ha invitato le imprese a confrontarsi ed unirsi, come hanno fatto su suo invito anni fa le aziende viticole di Montefalco (scopri quali sono e il loro fatturato su IoConosco). “Inizialmente nessuno voleva fare squadra insieme al consorzio – ha affermato la Tesei – poi dopo il mio impegno e dedizione affinché tutte le aziende si associassero nel consorzio anche le più diffidenti hanno capito che solo unendosi si potevano realizzare iniziative importanti”.
Interessanti le tematiche approfondite dal Professore di Diritto Tributario Giuseppe Rivetti dell’Università di Macerata che ha acceso i riflettori su come i livelli di tassazione in Italia favoriscano la delocalizzazione creando un problema economico e sociale: “Gli insediamenti altrove, ovviamente dove i livelli di tassazioni sono migliori, penalizzano i livelli occupazionali del nostro Paese”.
Il professor Rivetti con chiarezza ha descritto il caso dell’Irlanda che per uscire da una grave crisi economica e finanziaria e divenire attrattiva ha contrattato con una multinazionale un regime di tassazione ideale, vicino allo 0. Tale strategia ha innescato l’aumento del Pil irlandese ora maggiore di quello cinese. Rinunciando a circa tredici miliardi di euro di tasse l’Irlanda ha permesso ad un giovane su cinque di lavorare.
Stimolante l’excursus che Massimo Marotta, professore della Facoltà di Economia alla Politecnica delle Marche e manager di spessore internazionale, ha esposto. In particolare ha sottolineato l’importanza delle infrastrutture per la crescita economica. Lo sviluppo delle reti di trasporto è da sempre associato allo sviluppo, diversi i canali che sono stati identificati come la possibilità di potenziare il traffico aereo e portuale creando una forte sinergia tra Marche e Umbria. Discorso analogo per il sistema d’istruzione e formazione professionale che in un momento di profonda trasformazione del sistema produttivo è un fattore decisivo e un driver di crescita economico e sociale fondamentale. Una programmazione formativa in sinergia con quella produttiva, finalizzata all’occupazione, e alla creazione di valore può essere sostenuta anche attraverso lo sviluppo di specifici poli in una logica di network tra istruzione e lavoro.

 

___________________________________________________________________________________________________

Maggiori informazioni sull’ Annuario Economico Umbria-Marche 2019-2020

Programma 2019 Forum ESG89

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com