Stocchi (Rettore Ateneo Carlo Bo di Urbino) è pragmatico e ottimista:’Siamo l’unico Ateneo che ha già annunciato la ripartenza delle lezioni in presenza da settembre, non temiamo crisi di iscritti’

L’allarme dello Svimez rispetto alla possibile riduzioni degli iscritti alle università non tocca il rettore dell’Ateneo Carlo Bo di Urbino, Vilberto Stocchi.

L’università urbinate ha già avviato test sierologici per i dipendenti su base volontaria ed è pronta a farlo anche sugli studenti dei collegi. Oltre ad altri accorgimenti per le lezioni in presenza. Lo Svimez ha annunciato che nel 2020/21 si «rischia un crollo degli iscritti all’Università: 10.000 iscritti in meno, di cui due terzi al Sud». Questo per i «possibili effetti della crisi Covid».

Il Rettore Vilberto Stocchi predica «prudenza» e manda un messaggio chiaro. «Bisogna prestare attenzione, non vorrei fosse uno scenario catastrofico, manterrei un grande equilibrio sul dato delle iscrizioni che peraltro a Urbino sono in continuo aumento da anni».

Sono state 4.611 le nuove iscrizioni all’università di Urbino per l’anno accademico 2019-2020, 8,7% in più rispetto all’anno precedente. Erano 3.837 nel 2015. In totale sono 14.211 gli iscritti complessivi. Numero che tocca i 15 mila contando i dottorati di ricerca e gli alunni in corso di regolarizzazione.

«Gli esami di maturità si stanno svolgendo regolarmente e la riduzione della trasmissione del virus e dei contagi è costante – rileva Stocchi – Perché i diplomati non dovrebbero iscriversi all’università? Teniamo conto che il Decreto rilancio del Paese ha stabilito misure di sostegno economico alle famiglie in difficoltà e un più marcato esonero del pagamento delle tasse. Non solo, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha comunicato ai rettori delle Marche, all’Erdis e ai sindaci dei capoluoghi interventi a sostegno delle famiglie che negli ultimi tre mesi che dimostrano problemi economici. Quindi sarei prudente rispetto a questi presunti cali».

C’è un altro dato chiave per inquadrare lo scenario da qui a settembre.

«Le agenzie affittacamere della città, in particolare una che ha a disposizione 400 posti letto, ha già ricevuto tantissime telefonate e richieste. Ed è emersa l’indicazione che sceglierebbero Urbino perché siamo l’unico Ateneo che ha già annunciato la ripartenza delle lezioni in presenza da settembre. Per farlo abbiamo già accordi con il Comune per acquisire altri spazi se fosse necessario. Urbino non è una metropoli e questo è un elemento tranquillizzante».


Il Rettore Stocchi annuncia anche un altro provvedimento. «Siamo la prima Università d’Italia ad aver avviato test sierologici su base volontaria tra il personale. E in poche ore hanno già aderito 300 dipendenti. Questo grazie a una convenzione con Asur e il nostro laboratorio molecolare di Fano per l’analisi dei risultati. Nel caso di positività degli anticorpi, possiamo eseguire immediatamente il tampone e avere la risposta in giornata. Questo aspetto tranquillizza studenti e famiglie; qua siamo controllati. L’Erdis vorrebbe replicare l’accordo anche per gli studenti che risiedono nei collegi, sempre su base volontaria. Abbiamo quindi azioni di monitoraggio ripetute, un’attenzione fondamentale anche per chi decide di iscriversi. È un messaggio importante che lanciamo alle famiglie. Aspettiamo qualche settimana, ma siamo fiduciosi».

Ultima questione, gli spazi e le lezioni. «Abbiamo avuto una conferenza dei rettori ed è emerso che i posti si potrebbero ridurre del 50% invece che del 75%. Noi metteremo in atto misure importanti, tra cui una regia centralizzata per utilizzare al meglio le aule e il potenziamo con piattaforme tecnologiche avanzate. Questo consentirà a un gruppo presente in aula di assistere alla lezione e per chi vorrà di seguire il corso in streaming da casa o dai collegi universitari. Una flessione degli iscritti? Siamo pronti a rilanciare anche la nostra campagna di comunicazione con personaggi di spicco nazionale, ad oggi siamo positivi: l’Ateneo potrà continuare a crescere».

Di Luigi Benelli

 

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com

Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php