Spoleto, partiti i lavori per il nuovo circolo tennis con piscina e Spa per 2 milioni di euro “Vogliamo fare di meglio”

Progetto 3d del nuovo circolo

I tre campi internazionali e due nazionali, tribune per un totale di 800 posti, spa e ristorante saranno pronti tra un anno. “Diventerà una cittadella dello sport”.
Commenta così  Fabio Zannini, presidente del Consorzio stabile Cosis “I lavori saranno completati entro 1 anno, ma il nostro obiettivo è fare di più rispetto al progetto che deve essere validato entro il 23 giugno”.
I  lavori avranno luogo presso il centro storico di Spoleto, all’interno del circolo tennis per un costo totale di 2 milioni di euro;comprenderanno appunto 3 campi internazionali, 2 nazionali, tribune per un totale di 800 posti, una piscina 25*10, spa ed una ristorante, inclusa una tecnostruttura come copertura per il campo da calcetto (utilizzabile anche come palestra).
Secondo le previsioni, diventerà una “cittadella dello sport” e darà lavoro a circa 15 persone.

                                       Panoramica del vecchio circolo tennis (anno di costruzione 1971)

Nonostante si sia ancora aspettando l’ok finale dell’amministrazione comunale, non dovrebbero esserci sorprese; oltretutto si cercherà di terminare i lavori entro marzo, per inaugurare poi in primavera.
Gli imprenditori interessati sono Alberetti, Carlini e Natali e sono pronti a richiedere ulteriori interventi presso il comune di Spoleto.
“Già il tennis nel comune ha una grande importanza, ma con una simile struttura bisogna sicuramente potenziarlo e sponsorizzarlo di più” commentano Marco Trippetti e da Anna Caselli.

Oltre ai servizi già in procinto di costruzione, Zaffini vorrebbe creare anche un campo da paddle e uno da beach tennis, perché “un investimento del genere deve prevedere un ottimo servizio per tutti i cittadini come punto di integrazione e aggregazione”.
Anche il comune, attraverso le parole del consigliere Francesco Flavoni è soddisfatto ed orgoglioso del progetto “l’amministrazione comunale è sempre a favore delle attività che sono di interesse alle famiglie spoletine e la vittoria più grande è stata che siano state proprio gli imprenditori locali a decidere di investire e non un progetto esterno”.
Infine molto accattivanti le parole del consigliere allo sport Montesi, che dice di essere molto ansioso per il progetto e certo che ciò vedrà rifiorire il circolo e permetterà di organizzare eventi sociali e sportivi che aiuteranno certamente il turismo”.

“E’ stato un progetto molto duro, in Italia c’è troppa burocrazia, stavamo per arrenderci”, invece sembra che alla fine l’impegno sia stato ripagato.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com