‘Ripartiamo da una grandissima voglia di riprendere i nostri business, riprendere la nostra vita e riprendere i nostri sogni’. Piero Scandellari (Centergross) sul lockdown:‘Si sarebbero potute fare scelte diverse’

(Piero Scandellari, presidente del Centergross di Funo di Argelato)

Abbiamo voluto ‘conversare’ con ‘CUOREECONOMICO proprio con uno dei personaggi più in importanti del mondo della moda e del fashion d’Italia. Piero Scandellari è il presidente del Centergross di Funo di Argelato, nel Bolognese, uno dei principali poli del cosiddetto ‘pronto moda’ in Europa, settore che rappresenta il 70% del suo business: un fatturato aggregato di circa 5 miliardi di euro. Il polo ha un profilo prevalentemente internazionale: il 60% dei buyer che mediamente ogni giorno entrano nel distretto proviene infatti dall’estero.

Presidente Scandellari, a febbraio è arrivato il Covid-19 che ha bloccato il Paese… da dove ripartire?

‘Ripartiamo da una grandissima voglia di riprendere i nostri business, riprendere la nostra vita e riprendere i nostri sogni. Siamo tuttavia consapevoli che sarà un periodo duro e per tornare in linea di galleggiamento dovremo fare sacrifici. Ma siamo fermamente determinati a far sì che le nostre attività ed i collaboratori coinvolti possano ritornare alla situazione pre Covid-19, pur lavorando in condizioni completamente nuove in certi settori merceologici’.

La politica ha inizialmente seguito la ‘medicina’ per tentare di evitare di commettere errori; poi però, nel post lockdown, le difficoltà economiche di imprese e cittadini stanno richiamando la classe governativa a prendere decisioni strategiche in Italia e in Europa. Quale il suo giudizio sulle azioni del Governo Conte?

‘Fare critiche è estremamente facile, ma personalmente ritengo che chiunque si fosse trovato a prendere le decisioni che ha dovuto adottare il nostro Primo Ministro avrebbe avuto in ogni caso grandissime difficoltà e critiche. E’ stata una situazione mai vissuta in precedenza e pertanto ogni decisione non aveva soluzioni già percorse a cui appoggiarsi. Io ritengo che la politica fosse obbligata a metter in primo piano le esigenze sanitarie e le prescrizioni degli organi di competenza, ma da un punto di vista strettamente economico si sarebbero potute fare scelte diverse rispetto a una generale chiusura di tutte le attività economiche’.

Il nostro compito sarà quello di sostenere soprattutto le piccole e medie imprese per aiutarle a fare la massa critica necessaria a cogliere le nuove opportunità che arrivano dalla domanda estera’ così Presidente si era pronunciato in una dichiarazione a fine 2019. Ora cosa si sente di poter affermare?

‘L’affermazione fatta a fine 2019, in periodo pre-crisi, alla luce del momento attuale è un’affermazione ancor più valida e sentita all’interno del Centro che presiedo. Purtroppo le aziende più piccole subiranno, a causa della pandemia, le maggiori penalizzazioni da un punto di vista economico e dovremo aiutarle nella ripresa con nuove iniziative di digitalizzazione e di comunicazione. Da questo punto di vista, il nostro obiettivo sarà far sì che i clienti abituali e potenziali possano mantenere relazioni attive con gli operatori anche in un periodo in cui il contatto diretto è molto difficoltoso’.

Export e Made in Italy: il digitale che tutti gli operatori economici hanno iniziato anche forzatamente ad utilizzare durante il Covid-19 potrà essere un supporto strategico per imporsi sui mercati internazionali?

‘Ritengo che sia fondamentale, oltre che strategico, per fronteggiare eventuali ulteriori simili difficoltà dei mercati mondiali. Ciò trova conferma anche nell’importante prospettiva di finanziamento che l’Europa dedicherà alle iniziative di investimento sul digitale da parte delle imprese’.

Da ultimo Presidente, ‘Sostenibilità e resilienza’ come fattori distintivi per le aziende di successo. Nel post Covid-19 ancora più determinanti…

‘Sostenibilità e resilienza sono termini di grande attualità che ci auguriamo tutti entrino a far parte del DNA delle imprese. Tuttavia, sono molto realista, e ritengo che al di là delle parole siano obiettivi la cui piena realizzazione richiederà tempi enormi’.

 

 

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com

Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php