“Pillole” Umbria-Marche #2_2019

Imprese a Perugia, ne nascono meno – Camera di commercio: aumentano le società di capitali
Il 2018 si è chiuso con una conferma: il sistema delle imprese della provincia di Perugia da un quinquennio segna il passo. È la Camera di commercio ad affermarlo rendendo noti i risultati dell’ultima rilevazione della indagine Movimprese su iscrizioni e cessazioni (vedi la classifica delle società di capitali su Annuario Economico dell’Umbria). Al 31 dicembre 2018 lo stock complessivo delle imprese di ogni settore, dimensione e forma giuridica si attesta a 72.641 unità, sotto la soglia psicologica delle 73.000 unità, -0,4% sul 2017. Per la dinamica nati/mortalità delle imprese, il 2018 è stato un anno a tinte grigie. In calo la creazione di nuove imprese scese a quota 3.486 imprese, con una flessione secca dell’11,2%: sul 2017 mancano all’appello 438 imprese. E’ il peggior risultato degli ultimi 5 anni.

Ikea si tira indietro, a rischio l’apertura a Perugia
Investimenti in paesi emergenti come l’India e piccoli negozi con forte sviluppo del commercio online in Europa. Cambia la strategia di Ikea (vedi report estero su iovaluto.it) e questo mette a forte rischio la realizzazione del negozio di Perugia, come anche quello di Verona. È quello che avrebbero comunicato i manager del colosso svedese al sindaco di Perugia Andrea Romizi. Cambia quindi la strategia del colosso svedese: meno negozi e più piccoli come se fossero degli showroom dove i clienti possono disegnarsi il proprio ambiente e ordinare il tutto online.

Per i frodati di Banca delle Marche
In legge di bilancio è previsto il ‘Fondo Indennizzo Risparmiatori’, con una dotazione di 1,575 miliardi di euro per i prossimi tre anni (2019-2021), “un fondo ad hoc finalizzato al rimborso di risparmiatori, azionisti e obbligazionisti che hanno visto azzerato il valore dei loro titoli nelle note vicende bancarie degli ultimi anni” spiega Paolo Giuliodori, deputato 5Stelle in Commissione Finanze.

Alcantara, start al nuovo impianto
L’unico polo mondiale di produzione di alcantara è a Nera Montoro di Narni
, in Umbria, nel cuore d’Italia, verde come la svolta fatta dalla fabbrica di proprietà giapponese con l’installazione del nuovo impianto che, alla crescita produttiva, affianca la riduzione dell’impatto ambientale. «Orgoglio vero» hanno commentato le istituzioni, che assieme al presidente Andrea Boragno (vedi bilancio Alcantara su IoConosco.it) hanno tagliato il nastro in guanti bianchi e successivamente avviato simbolicamente l’impianto premendo un pulsante rosso assieme ai vertici giapponesi Reji Fujita e Akhiro Nikkaku, Ceo di Toray industries (vedi Iovaluto sezione report esteri). Presente anche l’ambasciatore del Giappone in Italia Katakami.

Caso Treofan, Terni in allarme
Licenziamento collettivo e chiusura del sito
, 80 persone a casa. Accade a Battipaglia, in Campania, a chiudere i battenti è lo stabilimento chimico Treofan (vedi report azienda su Iovaluto.it), per effetto delle politiche industriali imposte dalla nuova proprietà del gruppo, l’indiana Jindal (vedi report azienda estera su Iovaluto.it). Piani mai concertati nonostante le reiterate richieste di confronto da parte dei sindacati e i tentativi del ministero dello Sviluppo economico di fissare un nuovo tavolo.

Ancona, l’aeroporto prepara il decollo
Rotta verso la salvezza, tra socio privato in entrata e nuove destinazioni come Mosca e Kiev dietro l’angolo. Appartiene alla società Njord Adreanna srl (vedi Report estero su Iovaluto.it) l’offerta per la sottoscrizione dell’aumento di capitale da 15 milioni di euro depositata lo scorso giovedì negli uffici di Aerdorica (vedi bilancio su iovaluto.it). Ma la vera notizia è che il Sanzio sta preparando un bel pacchetto di offerte per la prossima stagione, tra riconferme e new entries, con sette nuovi voli, in arrivo già dalla prossima primavera, messi sul piatto dalla compagnia italiana low cost Ernest Airline (vedi Report estero su Iovaluto.it).

Turismo, Marche in vetta
Dimenticate la Toscana e scoprite le Marche
è il perentorio invito inviato ai suoi lettori dall’edizione online del “Sunday Times”, giornale inglese gemello del Times.
Evitare le folle ed i prezzi alti delle più reclamizzate regioni vicine, scegliendo paesaggi storici (citati Urbino e Recanati “affascinanti come quello che può offrire la Toscana”), naturali e le eccellenze gastronomiche, con la citazione degli chef stellati Mauro Uliassi e Moreno Cedroni.

Sogepu, appalto da 300 milioni
Sogepu (vedi Report su IoValuto.it) sbaraglia la concorrenza
e mette le mani per i prossimi 15 anni sulla gestione dei rifiuti in tutto il sub ambito 1 (ex Ati 1) dell’Umbria. A spuntarla è stata, quindi, Sogepu (vedi bilancio su ANNUARIO ECONOMICO DELL’UMBRIA), società a capitale interamente pubblico partecipata in larga parte dal Comune di Città di Castello più altri 5 comuni limitrofi, in Rti con Ecocave srl (partecipata dai Comuni di Assisi e Valfabbrica) con una proposta vicina ai 300 milioni complessivi. Il raggruppamento temporaneo di imprese gestirà, dunque, i servizi legati alla raccolta rifiuti per tutto l’Altotevere (già lo faceva con l’eccezione di Umbertide e Lisciano Niccone) più tutto l’Eugubino-Gualdese. In totale 14 comuni: Citerna, Città di Castello, Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino, Scheggia e Pascelupo, Sigillo e Umbertide.

Aset, le sfide future e i risultati del 2018
Per Aset spa di Fano (vedi bilanci e report su IoValuto.it) si conclude un anno ricco di risultati positivi, ne inizia un altro che proietta la società dei servizi verso nuove sfide nevralgiche. Sono tutti progetti per potenziare i servizi già esistenti o per avviarne altri costruendo le strutture che servano. «Interventi di rilievo – afferma il presidente Paolo Reginelli – che consolideranno il ruolo assunto da Aset spa (vedi i dati sintetici di bilancio su Annuario Economico delle Marche)  in questi ultimi anni, ottenuto incentivando la collaborazione con tutti i Comuni soci e prendendo in considerazione sinergie strategiche con altre società analoghe». È il caso, per fare due esempi, dell’impianto per trattare il verde e dell’impianto per il trattamento meccanizzato dei rifiuti.

_____________________________________________________________________________________________________

Maggiori informazioni sull’ Annuario Economico Umbria-Marche 2019-2020

Programma 2019 Forum ESG89

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com