“Pillole” Umbria-Marche #17_2019

Il trasporto pubblico, un bel ricordo
Altri tagli previsti già da questa estate, a rischio anche le corse scolastiche

Tagli per 3 milioni di euro già da subito; inoltre, se non si trovano le risorse, altri dolorosi tagli a partire da ottobre.  L’assessore regionale Giuseppe Chianella ha confermato il taglio…la Regione sta cercando delle risorse extra (ipotesi probabile l’aumento del biglietto) per evitare il taglio invernale, che porterebbe anche al taglio dei dipendenti, perché mentre in estate è possibile sfruttare le ferie, in inverno diventerebbe un problema ingestibile…Ma se le risorse non dovessero essere reperite, potrebbero essere tagliate il 50% delle corse, comprese quelle scolastice…e a rimetterci saranno le famiglie medie, gli universitari e gli anziani che non dispongono di automobile!
L’assessore regionale sembra ottimista per il futuro, ma ben altra aria tira presso i sindacati, che commentano: “le varie riunioni degli ultimi anni e nulla sono servite ed anzi, rimane evidente che i Comuni e le Province, insieme alla regione, devono lavorare in sinergia e collaborazione per reperire le risorse utili”.

Umbria e le sue 69 “Bandiere del Gusto”
Sono 69 le “Bandiere del Gusto” umbre; è quanto è emerso dall’ultimo censimento delle specialità che sono ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni. Il censimento è stato presentato a Milano,presso il Castello Sforzesco, con la presenza di oltre 10.000 agricoltori.

“E’ un modo per far conoscere i tesori nascosti del Made in Italy, indubbiamente e questo censimento ha dimostrato ancora una volta la qualità dei prodotti umbri” commenta Coldiretti.
In Umbria dominano le paste fresche, panetteria e pasticceria con 31 tipologie di prodotti, in primis torta al testo, umbricelli, ciaramicola, pan pepato per citare solo i più famosi, 13 tipologie di carni fresche ed insaccati, come prosciutto e mazza fegati e ben 12 prodotti vegetali, come la fagiolina del lago, lo zafferano di Cascia e tartufo bianco e nero… L’umbria spicca anche per il pesce con 6 tipi di pesce pregiato, tutto derivante dal Lago Trasimeno, 4 tipi di formaggi e 2 condimenti.
“Il cibo è uno dei principali motivi che attirano i turisti nel nostro paese ed è una risorsa incredibile…Inoltre, un terzo della spesa procapite di ogni singolo cittadino italiano è proprio per il cibo, quello consumato ai ristoranti, agriturismi o anche streetfood, per un importo complessivo stimato in oltre 27 miliardi di euro all’anno, il massimo storico da sempre” commenta infine Coldiretti.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com