“Pillole” Umbria-Marche #16_2019

Umbria: non è una regione per donne: 1 su 2 senza occupazione
Da 10 anni peggioramento continuo della situazione lavorativa: a pagarne il prezzo più alto le donne
Nel 2018 il tasso di occupazione femminile si attesta al 54,2%, in calo di oltre 18 punti rispetto a 10 anni fa. L’occupazione è quindi poco superiore alla metà delle giovani donne umbre e, a livello nazionale, siamo scesi al 12° posto (perdendo 4 posizioni rispetto al 2008).
“Ancora una volta emerge la fragilità dell’Umbria dove non c’è un preciso futuro e dove mancano i giusti provvedimenti politici di sostegno alle donne” commenta Enza Galluzzo, Agenzia umbria ricerche.
Se si guarda invece l’occupazione maschile si raggiunge invece un valore del 79,3%, comunque inferiore rispetto alla media nazionale, ma che conferma una grande disparità tra i generi.
“Una regione che non punta sul lavoro femminile è una regione morta” – molte ricerche affermano infatti che l’apporto delle lavoratrici all’economia è indispensabile, anche in termini di valore aggiunto.“

Caso Astaldi: emendamento salva la “Perugia-Ancona”
Approvato emendamento “Salva  Cantieri”
La Lega esulta: “Approvato l’emendamento “Salva Cantieri” contenuto nel Decreto Crescita e volto a garantire crediti non riscossi ad imprese sub appaltate”.
“Questo emendamento ha l’obiettivo di garantire il rapido completamento delle opere pubbliche ed una tutela dei lavoratori. Grazie a noi verrà istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il Fondo salva-Cantieri”.“ commentano i parlamentari Lega Umbra. Le risorse saranno destinate alla tempestiva soddisfazione dei crediti delle aziende sub appaltatrici nell’ipotesi dell’apertura di una procedura di crisi a carico dell’appaltatore.

Farmacentro fonda Sinerfarma, grande gruppo nella logistica farmaceutica

Lo D-REPORT di Sinerfarma eccolo con un click…grazie a iovaluto


L’importante azienda perugina firma per l’atto costitutivo della nuova società insieme ad Unifarm
La nuova società è stata presentata a Bologna sotto la denominazione di SINERFARMA SRL. La nuova società, in cui nome fa subito pensare al concetto di Sinergia avrà la sua sede ad Anzola dell’Emilia.
Membri del Consiglio di Amministrazione sono la Dott.ssa Francesca Rauzi con la carica di presidente, Ruggero Golinelli come vicepresidente e i due direttori di Farmacentro e Unifarm Fabio Calzola e Claudio Occoffer come consiglieri.
“Siamo felici ed orgogliosi che sia stato scelto il comune di Anzola dell’Emilia; nonostante sia un piccolo centro di circa 12.000 il nostro settore industriale è tra i primi d’Italia” commenta il sindaco Giampiero Veronesi
“Due importanti realtà del settore farmaceutico hanno deciso di fare un salto importante e fondare una bellissima sinergia che si estenderà nel settore commerciale, logistico e dei servizi, volto a diffondere valore per le farmacie ed il cittadino” commenta infine Francesca Rauzi.

Il REPORT PERSONA di Francesca Rauzi con un click…grazie ad iovaluto conoscere è semplice

Fratelli Palomba: una storia di 100 anni da raccontare
Dalle bici alle auto ibride: 5 generazioni a confronto
Azienda fondata nel 1919 da Marino Palomba ed inizialmente negozio di bici è oggi diventata, a distanza di esatti 100 anni, un punto di riferimento per chi cerca qualità, sicurezza e tradizione: una delle poche aziende che non ha mai cambiato sede, che è dislocata nel centro città e che oggi è un’importante concessionaria auto.
Negli anni 40 entra in società anche il fratello, divenendo punto vendita dei primi ciclomotori e stazione di rifornimento per automobili. Negli anni 50, con l’ingresso del figlio Giorgio, l’azienda ottiene il marchio BIANCHI per le bici e MV Augusta per i ciclomotori.
E’ poi dal 1972 che diventa concessionaria auto, vista la sempre maggiore richiesta delle 4 ruote.
Ed è proprio in questo Giugno, a distanza di 5 generazioni, che la concessionaria Palombo festeggerà i suoi primi 100 anni di vita.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com