“Pillole” Umbria-Marche #11_2019

Umbria-Marche, attivarsi per Astaldi
Marini e Ceriscioli scrivono a Premier, Ministri e Anas per “attivare una procedura ‘straordinaria’ a sostegno delle numerose imprese del territorio umbro-marchigiano coinvolte nella crisi Astaldi (consulta i report aziendali delle imprese coinvolte su IoValuto), con rischio di continuità aziendale”: lo chiedono al Governo i presidenti delle Regioni Marche e Umbria, Luca Ceriscioli e Catiuscia Marini in una lettera congiunta al presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ed ai Ministri per le infrastrutture, Danilo Toninelli, dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, ed al presidente di Anas, Claudio Andrea Gemme. In essa ricordano che “i crediti ammontano a circa 40 milioni di euro, con evidenti ripercussioni sull’intera rete economica locale, già significativamente compromessa dal sisma”. “Si rendono necessari – aggiungono – ulteriori e più incisivi interventi economici a sostegno di un tessuto imprenditoriale di primaria importanza per le infrastrutture locali attraverso l’istituzione di un fondo specifico che tuteli queste situazioni, così come è già stato fatto a tutela di altri comparti imprenditoriali”.

Metalli, abbigliamento e agricoltura trainano l’export dell’Umbria: 336 milioni in più nel 2018
I dati dell’Istat: nell’ultimo anno crescita dell’8,7%, vendute merci all’estero per un valore di 4,2 miliardi di euro. È soprattutto grazie all’acciaio ternano (ottieni tutte le informazioni relative alle acciaierie ternane nell’ultima edizione dell’Annuario Economico Umbria-Marche) che l’Umbria nel 2018 si segnala come una delle regioni più dinamiche sul fronte dell’export. Secondo il report pubblicato martedì dall’Istat, l’Umbria ha fatto segnare nel corso dell’ultimo anno un +8,7% che, in termini assoluti, significa un incremento di 336 milioni di euro, dai 3,876 miliardi del 2017 ai 4,212 dell’anno seguente. Nel 2017 l’aumento delle esportazioni era stato del 6,4% mentre nel corso dell’anno che si è chiuso da poco, come si può vedere dalla cartina dell’Istat la provincia di Terni fa segnare un aumento superiore al 9,5%, dovuto come logico all’acciaio, il cui peso influisce in modo determinante sul dato regionale.

Quadrilatero, entro aprile i cantieri tra Umbra e Marche potrebbero ripartire a pieno regime. Giovedì incontro a Fabriano tra Astaldi e i sindacati
Entro la fine di marzo il riavvio preliminare del cantiere ed entro il mese successivo la ripartenza a pieno regime, con nuovo cronoprogramma, per ultimare il progetto Quadrilatero. È questo il percorso di cui si è discusso giovedì a Fabriano (consulta l’Annuario Economico di Umbria e Marche se vuoi conoscere la classifica delle top 20 società fabrianesi) durante un incontro tra i sindacati di categoria e il contraente generale Astaldi. A più riprese nel corso degli ultimi mesi da parte di istituzioni, lavoratori e mondo imprenditoriale è stata chiesta la ripartenza dei cantieri fra Marche e Umbria e il pagamento delle spettanze alle imprese.

Legacoop Marche, domani il 15° congresso
Rivoluzioni Cooperative: imprese di persone che generano comunità e persone (consultale su IoValuto). Questo il filo conduttore del 6° Congresso di Legacoop Marche, che si svolgerà venerdì 15 marzo, alle 9, all’Hotel Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno). Un luogo, questo, scelto per testimoniare la vicinanza dell’associazione a tutto il territorio colpito dal terremoto del 2016 e per promuovere un confronto su come la cooperazione possa rappresentare un modello economico e sociale per la rinascita post sisma.

Marche, Confartigianato chiede misure contro desertificazione centri urbani
Misure urgenti per contrastare la desertificazione commerciale dei nostri centri urbani. E’ quanto chiedono gli imprenditori del Comitato territoriale di Confartigianato che si è riunito ad Ancona (scopri quanto fatturano le principali società di capitali presenti sul capoluogo marchigiano) alla presenza del Segretario Generale Marco Pierpaoli, del presidente e responsabile territoriale Paolo Longhi e Luca Casagrande. Una problematica che tocca sia il capoluogo dorico che i comuni del comprensorio, legata ad una crescente percezione di insicurezza, all’impoverimento del ruolo e del valore sociale dei centri commerciali naturali e più in generale ad un peggioramento della qualità della vita.

Spoleto perde anche DeGusto: trasloca altrove la due giorni dedicata al Trebbiano doc. Tre comuni si fanno avanti per accoglierli
Spoleto perde anche DeGusto, la due giorni di giugno dedicata al Trebbiano spoletino (report delle aziende vinicole coinvolte su IoValuto) e dal 2017 di scena al complesso monumentale di San Nicolò. La terza edizione, però, si svolgerà in un altro comune dell’areale della Doc, anche se sarebbero tre i comuni che hanno formalmente manifestato interessamento, come hanno reso noto in queste ore gli organizzatori Fabrizio Gentili e Luigi Catana, dopo aver preso atto, a seguito di «incontri sia con l’assessore Ada Urbani che col sindaco Umberto De Augustinis, che non ci sono le condizioni affinché l’amministrazione possa supportare l’evento».

Experiencing FOOD & PET in programma il 18 aprile 2019

(Fonte: IoConosco.it, IoValuto.it)     ___________________________________________________________________________________________________

Maggiori informazioni sull’ Annuario Economico Umbria-Marche 2019-2020

Programma 2019 Forum ESG89

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com