“PILLOLE” UMBRIA-MARCHE #02_2020

Luca Mattioni, Fertitecnica Colfiorito

Fertitecnica Colfiorito: entrata nei “100 Ambasciatori Nazionali”

Il premio, dedicato ad aziende, Comuni, enti e associazioni italiani che contribuiscono alla crescita del territorio, ha premiato l’umbra Fertitecnica Colfiorito, leader nel mercato dei legumi secchi, cereali e semi.
La cerimonia è stata organizzata dall’ Associazione Liber e si è svolta il 16 gennaio a Palazzo Madama a Roma. Eccellenze che guardano al futuro, senza però rinnegare le loro origini, prediligendo il progresso sostenibile, nel rispetto quindi della natura e territorio.
Tra le celebrità presenti alla cerimonia citiamo Carlo Verdone ed altre importanti membri istituzionali.
Luca Mattioni, vicepresidente di Fertitecnica Colfiorito, si dichiara onorato per il premio ricevuto. “Siamo sempre stati orientati verso il rispetto del territorio di cui portiamo il nome, stimolando l’agricoltura sostenibile e la biodiversità” aggiunge.
Ed è proprio grazie a questi valori che hanno ricevuto il premio “100 Ambasciatori Nazionali”.
“Questo premio è il riconoscimento per tutto quello che abbiamo fatto e che facciamo quotidianamente, difendendo le nostre radici, la legalità e con lo sguardo rivolto comunque al futuro. E’ importante anticipare e soddisfare le esigenze dei consumatori, gradualmente…Tale processo lo chiamiamo “Innovazione Fluida” commenta infine Alessio Miliani, direttore generale.
Un importante riconoscimento all’azienda umbra, che si conferma tra le piu’ virtuose della regione, con un fatturato di oltre 43 milioni di euro (vuoi conoscere tutti i dati economici e finanziari di Fertitecnica Colfiorito?)

Boom di assunzioni “rosa”: forte incremento nel 2019

Nonostante il forte periodo di crisi che sta affrontando la Regione Umbria, non ancora ripresa dalla crisi economica e dal danno dei sismi che l’hanno colpita, un dato positivo c’è: le assunzioni femminili.

Nel 2019, infatti, c’è stato un consistente aumento dell’occupazione femminile, pari +3,2%, passando da un 59,3% nel terzo trimestre 2018 al 62,5% nello stesso periodo del 2019. Il dato è molto incoraggiante ed è addirittura più alto di regioni come il Veneto, fermo al 62% e poco più basso delle vicine Marche (64,1%), anche se tutti questi valori sono molto lontani dalla media UE.
L’Italia, infatti, resta ancora fanalino di coda per occupazione femminile.
Questo valore, se da un lato è buono, dall’altro nasconde il lato oscuro del lavoro: cresce l’occupazione ma cala drammaticamente tutto il resto. Sono infatti aumentati i lavori part-time, con carattere discontinuo,a termine e di breve durata.
Un aumento dell’occupazione, quindi, ma meno pagato.

Umbria: Una nuova iniziativa per scoprire da quale pianta arrivano le olive

L’azienda umbra Coricelli ha lanciato questa innovativa idea, attraverso la quale si potrà scoprire la filiera dell’olio, dal momento della raccolta fino allo scaffale del supermercato
L’iniziativa è stata creata sia per difendere gli oli umbri ed italiani dalla contraffazione, purtroppo sempre più diffusa, sia per tutelare i consumatori. Nasce così la certificazione “Casa Coricelli”, valida per i suoi prodotti biologici ed italiani al 100%.
“Il progetto è partito dall’idea che è importante essere competitivi e trasparenti verso i consumatori ed abbiamo posto le basi per un nuovo tassello, un sistema certificato ISO22005” commenta la Direzione Aziendale.
Sulla bottiglia dei prodotti si trova un QR Code che può essere scansionato con il proprio dispositivo mobile e che permetterà di conoscere dove sono state colte le olive, frante, l’anno e la qualità certificata dell’albero”.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com