Noleggio lungo termine: società sorde alle richieste dei clienti fermi per la pandemia

La priorità ora è senza dubbio sanitaria, ma è importante anche aiutare gli imprenditori a resistere – dice Ernesto Lanzillo, partner e private leader di Deloitte Italia -.Già oggi molte società di leasing e noleggio stanno mettendo in campo azioni a sostegno dei clienti, come la sospensione del pagamento dei canoni e la proroga dei contratti in scadenza’.

Così si leggeva sul Sole24Ore online del 15 aprile scorso.

Ma quasi nessuna delle società di noleggio si sta adoperando in tal senso. Eppure quando non si era in tempo di Covid19, le stesse promettevano assistenza e attenzione al cliente.

Questa situazione rischia di diventare molto pericolosa poiché le aziende che hanno dovuto sospendere la propria attività a causa della pandemia, e quindi non potendo utilizzare il mezzo oggetto del noleggio a lungo termine, si vedono nell’impossibilità di attivare una moratoria sulle rate stesse.
Su questo argomento abbiamo ricevuto centinaia di sollecitazione da parte di aziende e professionisti impossibilitati a far fronte al pagamento dei canoni.

Dal Governo, poi, il silenzio più assoluto. Quest’ultimo forse non conosce i numeri: ben più del 25% delle auto aziendali sono ormai noleggiate a lungo termine. Ecco quindi la necessità urgente di procedere ad un allineamento della moratoria su mutui, prestiti e leasing anche per i contratti di noleggio a lungo termine così come auspicato da Ernesto Lanzillo, partner e private leader di Deloitte Italia.

L’auspicio, inoltre, è che anche le società di noleggio, molte delle quali appartenenti alle stesse case produttrici, per dimostrare attenzione alla propria clientela si rivelino diligenti, se non vogliono rischiare di trovarsi in pochi mesi con migliaia di clienti insolventi.

Il Covid-19 ha fermato il mondo e il parco auto di milioni di aziende e professionisti!

#dettofatto di Giovanni Giorgetti

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com