Industria 4.0 rallenta nel 2019. In Italia, solo il 14% delle aziende è evoluta digitalmente

Il 2019 è stato un anno in cui la crescita dell’industria 4.0 è rallentata e il mercato si è contratto del 10-15% rispetto al 2018. E’ quanto emerso dalla ricerca dell’Osservatorio Industria 4.0 della School of Management del Politecnico di Milano.

Secondo questo studio, il mercato nel 2018 si è attestato sui 3,2 miliardi di euro, +35% rispetto al 2017. Negli ultimi 4 anni la crescita è stata del +140%, a cui sono da aggiungere 700 milioni di euro in progetti tradizionali di innovazione digitale. Nel 2019, c’è stata la flessione, perchè il mercato italiano sarebbe dovuto crescere coinvolgendo dipartimenti HR e lavoratori, utilizzatori finali delle tecnologie; in realtà, soltanto il 7,8% delle aziende ha coinvolto i lavoratori sull’esistenza di una strategia 4.0; in un caso su quattro non sono stati nemmeno informati e in appena il 6,8% l’HR vi ha partecipato.

In Italia, solo il 14% delle aziende è 4.0 ed è quanto affermato da un’indagine intitolata EY Digital Manufacturing Maturity Index 2019: solo una piccola parte sarebbe evoluta verso uno stato avanzato di sviluppo digitale.

Il 49% delle aziende sta andando verso la gestione digitale dei processi e il 37% è in una fase iniziale- sperimentale con progetti pilota di integrazione verticale; il 5% possiede un sistema strutturato di integrazione dati con fornitori e clienti.

Vi è ancora una distinzione fra piccole e grandi aziende: il 70% ha un piano di sviluppo e ha introdotto tecnologie innovative cogliendo benefici fiscali per innovazione o rispetto dell’ecosistema. Le piccole e medie imprese sono ostacolate durante il processo di adozione delle tecnologie digitali o di accesso a incentivi e sono deboli sulla cultura aziendale, organizzazione verso il cambiamento e strategia in favore dello sviluppo.

Fonti consultate:

https://www.economyup.it/innovazione/cos-e-l-industria-40-e-perche-e-importante-saperla-affrontare/

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com