Imprese e innovazione: solo quelle organizzate arrivano al risultato

Il 30% dei progetti fallisce per ragioni organizzative interne, secondo la Survey Innovation degli Osservatori Startup Intelligence e Digital Trasformation Academy del Polimi, ed esistono 3 modi per migliorarla.
Per più della metà delle imprese, la prima sfida è sviluppare strutture, ruoli e meccanismi per coordinare-gestire l’innovazione digitale. L’organizzazione in questo senso richiederebbe sempre più collaborazione prevedendo anche risorse dedicate in possesso di competenze ampie per potersi occupare di innovazione dallo sviluppo alla produzione.

La seconda sfida risiede proprio nell’affrontare la necessità, per le imprese, di sviluppare competenze digitali nell’organizzazione: secondo le ricerche dell’Osservatorio HR innovation practice, il 35% delle direzioni, che si occupano di risorse umane avrebbe predisposto strategicamente competenze, organizzazione e stili di leadership per cogliere la trasformazione digitale.
La terza riguarda l’esigenza di rivedere anche le collaborazioni con i fornitori e nuovi partner come start up, università o centri di ricerca, nell’ottica di creare nuove fonti di innovazione in un’ottica aperta e collaborativa.

Fonti consultate:
https://www.economyup.it/innovazione/innovazione-nelle-imprese-il-30-dei-progetti-fallisce-s
oprattutto-per-ragioni-organizzative/

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com