Il 4.0 non è solo digitale, ma anche sharing

Digitale - 4.0 - Sharing

ESG89 Group —> home.esg89group.it

Innovazione fa sempre più rima con collaborazione. Non si finisce mai di ripeterlo, ma è ormai assodato che il paradigma dello sviluppo digitale delle aziende trova la sua forza non solo nell’avvento delle nuove tecnologie e dei nuovi modelli evolutivi 4.0, ma anche, e soprattutto, nella condivisione tanto delle conoscenze quanto delle competenze tra aziende e stakeholder di ogni tipo. La crescita è crescita, e ogni collaborazione è ben accetta per il raggiungimento degli obiettivi comuni, a maggior ragione se si cresce in due. È questo, in sintesi, il risultato delle ricerche portate avanti da due osservatori del Politecnico di Milano, Startup Intelligence e Digital Transformation Academy, presentati il 30 novembre al convegno “Corporate Enterpreneurship e Open Innovation: innovare con un occhio alle startup!”.

A presentare i risultati di questa ricerca è stata Alessandra Luksch, coordinatrice delle attività degli osservatori, che ha messo in luce come la tendenza all’acquisizione delle competenze e dei supporti digitali da parte delle imprese sia un trend in crescita, sebbene condizionato da difficoltà intrinseche nel modus operandi delle aziende italiane, come già messo in evidenza dagli studi di ESG89 GROUP, tra le quali spicca in particolare la ridefinizione dei ruoli aziendali e l’apertura verso competenze e figure manageriali esterne.

Tuttavia, i dati presentati al convegno gettano una luce positiva sui tentativi, e i successi, delle aziende nell’ambito dell’applicazione del modello 4.0: il 33% delle aziende intervistate ha dichiarato di aver avviato progetti di ricerca e sviluppo delle competenze digitali e il 40% ha attuato corsi di formazione e di aggiornamento.

Infine, ciò che vale la pena sottolineare è appunto la connotazione collaborativa che caratterizza questo nuovo paradigma di sviluppo imprenditoriale. La rivoluzione digitale e l’avvento del modello 4.0 sono connotati da una fluidità nel trasferimento e nell’utilizzo di competenze, nozioni e abilità che nessun’altra innovazione tecnologica precedente ha mai avuto. Da qui la volontà delle aziende di interfacciarsi sempre di più con start up, centri di ricerca e clienti per ottenere feedback e impulsi allo sviluppo e al miglioramento della propria attività e dei propri prodotti, sfruttando dunque al meglio queste preziose fonti di informazioni e creando non dei percorsi ma delle vere e proprie reti di crescita condivisa.

ESG89 Group —> home.esg89group.it

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com