Food Umbria e Marche, fare sistema per vincere sui mercati

Forum FOOD&PET ESG89 presso Aula Magna della Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia
Giorgetti (ESG89) <Per la prima volta vengono analizzati i bilanci di 317 Top aziende umbre e marchigiane che operano nel settore agroalimentare e del pet-food con fatturati superiori al milione di euro – Molte conferme e tanta incertezza sul 2019>

C’è grande attesa per il FOOD&PET ECONOMIC FORUM ESG89 dedicato ai comparti Agroalimentari di Umbria e Marche in programma giovedì 18 aprile a partire dalle 9,30 presso l’Aula Magna della Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia – commenta Giovanni Giorgetti Ceo di ESG89 Group coordinatore dei lavoriE’ stato analizzato il campione rappresentativo delle società presenti nelle due regioni e nel mese di Marzo 2019 è stata compiuta anche un’ulteriore ricerca di mercato per conoscere il sentiment futuro del comparto. Molte le conferme emerse, ma anche tanta incertezza sul futuro!

Prenota qui la tua copia dell’annuario FOOD&PET UMBRIA E MARCHE

Oltre 30 i relatori invitati fra cui Alessandro Apolito Dirigente del Ministero delle Politiche Agricole per le politiche di Filiera, con l’obiettivo di analizzare le previsioni economiche 2019-2020 del comparto.
Fra i prestigiosi partecipanti Marco Raimondi, account director di IRI, società specializzata nelle ricerche di mercato sul largo consumo che anticipa alcune delle considerazioni che saranno rese note durante il FORUM.
Nel corso dell’ultimo anno si è assistito ad un deciso rallentamento dei mercati Alimentari nella distribuzione moderna. Si tratta di un fatto atteso già alla fine del 2017: rimbalzi climatici per le categorie stagionali, ripresa dei prezzi e primi segnali di rallentamento dei trend setter indicavano già questa direzione.
L’inaspettato peggioramento del quadro economico internazionale (turbolenza del commercio e speculazione finanziaria) e il ripiegamento della fiducia di famiglie e imprese sul fronte interno, hanno complicato la situazione conducendo i mercati Alimentari nei canali distributivi moderni in una fase di calo dei volumi.
La spinta promozionale degli ultimi 3 mesi dell’anno ha attenuato solo in parte il montante negativo dei volumi. Sul fronte ricavi, leggera crescita grazie al perdurare del fenomeno del trading up, ossia alle scelte di valore del consumatore che immette nel proprio carrello della spesa prodotti a costo più elevato; fenomeno tuttavia meno accentuato rispetto al passato, complice il peggioramento della congiuntura economica.
Le attese per il 2019 sono di un comparto Alimentare ancora influenzato dalla stagnazione economica che comprimerà la domanda della maggior parte dei mercati. Questo effetto sarà forse in parte contrastato dalle politiche a favore delle famiglie varate dal nuovo esecutivo che dovrebbero frenare la caduta dei volumi”.

Altro contributo interessante durante il FOOD&PET ECONOMIC FORUM ESG89 sarà quello di Antonio Carstulovich, manager e consulente di lungo corso nel comparto che afferma, Dobbiamo essere consapevoli che i consumatori di oggi stanno rapidamente modificando il loro comportamento di acquisto, dando sempre più importanza al concetto di sostenibilità, preferendo prodotti salutari, naturali e biologici, a “Km 0”, di cui poterne conoscere l’origine ed avere trasparenza sull’intera filiera di produzione, con packaging eco-friendly e di marchi attenti alla responsabilità sociale. Comprano sempre più on-line ed utilizzano voice device per prendere informazioni prima dell’atto finale di acquisto”.

Ecco i temi che saranno presi in esame durante la mattina di lavoro:
-Pet-Food, tendenze italiane e internazionali – Esperienze imprenditoriali a confronto
-Food, analisi sulle società di capitali di Umbria e Marche (ESG89)
-Il marketing nel settore Food come promozione del territorio
-Stakeholder a confronto, le opinioni, le tendenze e le prospettive 2019-2020

Visualizza il programma del Forum FOOD & PET in programma il 18 aprile 2019