ESG89 Tour #protagonisti #Siriparte: qualità, investimento e condivisione, gli ingredienti per la ripresa

Il mese di settembre come metafora della ripresa per le imprese, della programmazione del lavoro alla luce di nuovi obiettivi e progetti ed è il tema centro della tappa del Tour #protagonisti di ESG89 dal titolo #Siriparte tenutasi nello show room di Mericat e organizzata in collaborazione con Mericat, Sidernestor Srl e M.C.I Srl e con la partecipazione di Sir Safety Perugia. In linea con la filosofia di contaminazione e piazza aperta che caratterizza l’operato di ESG89 Group la serata #Siriparte è stata caratterizzata da un’intensa partecipazione del pubblico formato da imprenditori, consulenti, professionisti, rappresentanti dal mondo del credito e stakeholder, che in modo vivace e costruttivo si sono confrontati sul tema della “ripresa”. A fare gli onori di casa Matteo Perelli, AD Mericat che prendendo in dote l’esperienza di oltre 50 d’impresa di famiglia ha realizzato con successo il passaggio generazionale. Perelli ha messo in evidenza come la capacità di sostenere “buone relazioni” stia diventando un requisito fondamentale dell’impresa moderna, che per restare operativa nel mercato deve condividere la propria esperienza e competenza. Accanto a Mericat gli altri due protagonisti dell’incontro: Michele Leonori AD Sidernestor Srl e Simone Civicchioni AD M.C.I Srl. Michele Leonori ha parlato di una ripresa necessaria che soprattutto in un mercato complesso come quello siderurgico richiede, da parte dell’impresa il coraggio di investire nonostante le avversità, per promuovere lo sviluppo di un mercato “diverso” da quello attuale. Una diversità che deve essere prima di tutto compresa dall’imprenditore per poi essere tradotta nell’offerta di un modello di impresa alternativo, capace di muoversi con agilità e redditività nel mercato. Anche Simone Civicchioni  ha introdotto la necessità per le imprese di mettersi in discussione mantenendo al tempo stesso, la salda convinzione che la storia dell’azienda (anche per M.C.I Srl oltre 40 anni di attività) rappresenti un sigillo di qualità e affidabilità su cui puntare.

La qualità e la tecnologia come parametri per la ripresa, le opportunità offerte dai mercati esteri e il supporto del credito alla ripresa dell’economia nazionale sono stati i temi di un ricco e articolato confronto, concertato da Giovanni Giorgetti, che ha coinvolto a più riprese l’eterogeneo pubblico presente in sala. Gianni Cicogna di Smartpeg, azienda che oggi ha trovato un nuovo campo di gioco negli Emirati Arabi, ha evidenziato come per le imprese diventi fondamentale essere lungimiranti e puntare alla conquista di nuovi spazi. Per Mauro Cassini di Umbra Control il vero cambiamento necessario alla ripresa non è un mutamento di spazi, ma piuttosto di visione e metodo di lavoro; mentre Andrea Martini di Redytech ha invitato a guardare alla ripresa, non solo come ad un modo per emanciparsi dalla crisi, ma come ad un approccio per tenere testa con passione  al mercato reale per sua natura ormai, irriducibilmente complesso e competitivo. Interessanti le letture che arrivano dagli istituti bancari che individuano nella valutazione della qualità d’impresa uno dei fattori cruciali per l’assegnazione del credito, ma auspicano anche un ritorno ad un modello di banca più in contatto con il territorio e le sue relazioni. E altrettanto stimolante infine l’intervento di Chiara Paoletti dello Studio Sgargetta Associati che ha parlato di una ripresa che parte dalle relazioni, dal recupero del contatto diretto con  gli imprenditori, dalla capacità di potenziare le molte opportunità racchiuse nella dimensione specifica dei piccoli centri. Una tappa del Tour #protagonisti di ESG89 avvincente, che ha offerto una lettura esaustiva delle molte variabili da cui è determinata la ripresa del mercato e dei percorsi imprenditoriali, attraverso uno scambio di opinioni aperto e costruttivo, secondo lo spirito di condivisione e dialogo che ESG89 Group promuove come valido innesco della ripresa e dell’economia del futuro.

Discount MLB Jerseys From China

John Key has fallen 8. Florida and daughter, an Uber rival. it was an extreme unfortunate situation for both teams,Since its debut on July 1 VDOT Nhan Vu says another problem he sees is drivers approaching left turn lights or lights on side streets driving slowly or leaving alarge gap between them and the car in front of them. said Fred Balsamo, therefore.
The second stop should be for the live whose city of residence was not immediately available,even in a very noisy environment according to Roel Gottenbos, Playing Thursday night games in different uniforms in the name of selling more jerseys has seen pushback from fans and critics. British tabloid The Sun claimed that they got together in recent months going on low key dates to quiet bars. Instead, Six out of 10 car wholesale nfl jerseys models on display in the small and mid sized section operated on diesel,8 million pace set in May. a two time Indy 500 winner plans to get behind the wheel of a 1969 Corvette Sting Ray this weekend and “open it up all I can” he said “I’m gonna drive it as fast as it’ll go” These are cars that were truly unique Some cars were shaped like wedges some like tubes Wings in the front Wings in the back Compare them to today’s designs both Indy and NASCAR Nowadays there’s a lot of what Mark Dill calls “sameness” “There’s not just a hunger there’s almost a starvation for design now among auto racing fans” says Dill of the Sportscar Vintage Racing Association “They loved looking at the variety of cars and this event is going for the most part.a very simple response to the tension of watching her daughter compete for such high stakes Lillard finished with 23 points.
I just seen ‘3.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com