BSA: cosa ne pensano i formatori

Formatori intensive day 23 marzo 2018

Alessio MILIANI

Pensi sempre a come creare valore e costruire nuovi modelli di business che, in un mercato in subbuglio, possano migliorare o trasformare la tua organizzazione?

Sei alla ricerca di modi innovatovi di fare affari che sostituiscano le vecchie e superate procedure?

Se hai risposto ad almeno una di queste domande, hai trovato nella BSA la tua Academy ed il tuo gruppo.

E’ un corso per visionari, innovatori ed amanti delle sfide che offre l’opportunità di guardare a fondo la natura del proprio business ed aiuta a progettare le imprese del futuro.

 

Fabio BERNINI

Perché partecipare all’intensive day BSA? E’ una bella e giusta domanda in un mondo invaso di corsi per “venditori” e dove le pubblicazioni e i testi sulle vendite e relative tecniche si sprecano.

Io penso che la Business Sales Academy  sia necessaria per un moderno “uomo di vendita” proprio perché unisce, in maniera indissolubile, Metodo ed Esperienza mettendo l’uomo al centro, con un approccio molto informale e poco cattedratico. Il libro delle vendite lo andremo a scrivere insieme durante il corso BSA portando ognuno di noi (relatori e partecipanti) il proprio bagaglio di know how, in una sorta di contaminazione di idee virtuose.

 

Paolo SCIAMANNA

Finalmente con BSA nasce una realtà dove avere aggiornamento, formazione e ricerca continua nel campo della vendita e della relazione. E’ indispensabile oggi cercare nuovi modi per arrivare velocemente al cliente finale, quello target e possibilmente sviluppabile.

Per capire quanta poca formazione si fa in Italia nelle vendite racconto un episodio.

Tenevo un corso ad un gruppo di agenti e rappresentanti. Parlo di circa 6 mesi fa… ad un certo punto ho nominato Linkedin.
Ho visto che le facce erano abbastanza smarrite.
Pensavo che fossero persone non iscritte a Linkedin, quindi che si sentissero un po’ fuori dal discorso.
Quando ho chiesto chi di loro era iscritto e chi no ho capito perché avevano le facce così disorientate… non avevano mai sentito quella parola.

Linkedin, il più grande social network al mondo dove le persone si incontrano per fare affari, creare rete, condividere esperienze, crescere… loro non sapevano cosa fosse, mai sentito nominare!
Adesso forse penserai che fossero tutti troppo vecchi, o troppo giovani.
Beh erano una trentina di persone di età variabile tra i 20 e i 55 anni… Immagino che alcuni di loro pensassero “io non ho più niente da imparare” oppure “queste cose non si imparano dentro un’aula ma andando tutti i giorni a vendere”.

Naturalmente erano molto preparati nel dire che: “c’è crisi” “non si vende più come una volta” e la chicca delle chicche:  “il mio è un settore del tutto particolare…”

 

Alessandra LOMBARDI

BSA darà un contributo importante affinché le scelte strategiche di manager e l’operato di chi è a contatto con il mercato, siano maggiormente consapevoli e proficue per la propria azienda.

Per quanto riguarda il mio contributo a BSA, posso dire che in un momento in cui i fattori recessivi hanno messo in discussione i tradizionali modelli di business e di vendita, ci sono ancora difficoltà strutturali, organizzative e normative che rendono ancora poco appetibile per le PMI l’accesso al mercato digitale. Temi che vanno approfonditi e compresi.

 

Antonio CABRINI

Il 23 Marzo sarò per la prima volta ad Assisi, insieme a BSA, per parlare delle mie esperienze e dei valori che servono a raggiungere risultati e realizzarsi in campo e nella vita. Non potevo mancare ad un appuntamento come questo poiché credo fortemente che la formazione sia lo strumento base per la crescita personale e professionale.

 MAGGIORI INFORMAZIONI

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com