Bilancio dell’Economia umbra nel 2017 – La Banca d’Italia presenta il report dei primi 9 mesi del 2017

economia - Banca d'Italia

ESG89 Group —> home.esg89group.it

Anche quest’anno la Banca d’Italia ha scelto l’Università degli Studi di Perugia per presentare il documento di sintesi dell’andamento della situazione economica regionale per l’anno in corso. Il 15 novembre 2017, il report economico dell’Umbria è stato presentato di fronte ad una platea di professori, studenti ed esperiti del settore, che hanno partecipato con interesse ed attenzione, facendo domande e avanzando proposte.

La presentazione della sintesi dell’andamento economico della regione ha fatto emergere un quadro sostanzialmente positivo, in cui nei primi nove mesi del 2017 la crescita dell’economia umbra si è rafforzata, grazie anche al fatto che le esportazioni hanno ripreso vigore e la domanda interna si è consolidata.

I settori che hanno sicuramente beneficiato in maniera massiccia della ripresa, come già messo in evidenza dagli studi del Centro Studi Economico Finanziario ESG89, sono quello industriale, nello specifico quello della meccanica e quello della chimica, seguiti subito dal settore siderurgico. Una crescita dovuta non solo ai maggiori investimenti in termini di macchinari e strumentazioni, ma soprattutto all’ingresso di nuove competenze e professionalità nelle aziende.

Per quanto riguarda le situazioni più difficoltose, invece, il settore edile e il settore terziario continuano a far fatica per tornare ai livelli di crescita del periodo pre-crisi, in modo particolare per l’edilizia e le costruzioni. Al contrario, il settore turistico, sebbene duramente colpito non solo dalla crisi ma anche da fattori imprevedibili quali i recenti fenomeni sismici, si sta impegnando giorno dopo giorno per ripartire.

Un lato indubbiamente positivo, e un segnale della ripresa della crescita delle aziende, viene, infine, dal mondo delle banche. Nel 2017, la richiesta di prestiti e liquidità da parte delle imprese per l’implementazione di progetti di sviluppo e per l’acquisto di macchinari è aumentata notevolmente, segno della propensione delle aziende alla crescita e all’aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo secondo il modello, ormai sempre più diffuso, dell’Industria 4.0.

ESG89 Group —> home.esg89group.it

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com