Banco Marchigiano, 5 milioni a sostegno del sistema produttivo

Il cda del Banco Marchigiano, guidato dal presidente Sandro Palombini, ha deliberato un plafond di 5 milioni di euro a sostegno del sistema produttivo marchigiano.

L’iniziativa riguarderà la concessione alle imprese ed alle ditte individuali di nuove linee di credito a condizioni economiche di favore.

«Come banca del  territorio  intendiamo continuare a sostenere le imprese e indirettamente le famiglie marchigiane anche in questo contesto di difficoltà causato dalla diffusione del Covid-19 – spiega Palombini – per supportare concretamente il sistema produttivo marchigiano abbiamo quindi messo a disposizione delle imprese un sostegno alla gestione del circolante attraverso un plafond di 5 milioni di euro».

Sandro Palombini, Presidente Banco Marchigiano

Le nuove linee di credito dell’iniziativa del Banco – che saranno subordinate alla valutazione del merito creditizio – saranno della durata di 18 mesi, di cui 6 mesi di pre-ammortamento, con condizioni economiche favorevoli che saranno ulteriormente accentuate per le imprese e le aziende socie del Banco che avranno i vantaggi dell’azzeramento delle spese di istruttoria e del tasso ridotto rispetto ai clienti “non soci”.

«”Nelle Marche per le imprese” non è per noi solo uno slogan – dice il dg Marco Moreschi – e questo plafond a condizioni davvero vantaggiose lo dimostra. La salute va certo al primissimo posto, ma fin da subito dobbiamo concentrarci sui meccanismi di ripartenza e riteniamo che oggi si debba pensare al sostegno alla liquidità con la più bassa incidenza degli oneri finanziari possibile».

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com