Valle Umbria Sud, la tappa del tour #ESG89Protagonisti ad alto coefficiente di propositività

La Valle Umbra Sud è un territorio ricco di risorse e di energie imprenditoriali, che se ben canalizzate e coadiuvate, da infrastrutture materiali e immateriali, possono trasformare questa parte dell’Umbria in un vitale e strategico HUB per tutto il Centro Italia. Questo l’affresco che affiora dall’incontro #protagonisti di ESG89 Group, tenutosi ieri sera a Foligno, nella cornice offerta dalla suggestiva Sala Apollo di Palazzo Jacobilli-Roncalli, sede della Ciani Group S.r.l.

A coordinare il dibattito Giovanni Giorgetti, Ceo di ESG89 Group accompagnato da una rosa di ospiti eccellenti, fra cui: Nando Mismetti, Sindaco di Foligno; Tommaso Corvatta, Sindaco di Civitanova Marche; Paolo Bazzica, Presidente Confindustria Sezione Foligno; Laura Tulli, Presidente Confindustria della Sezione Spoleto-Valnerina; Gianluca Pesarini, Presidente Confindustria Macerata.

A fare gli onori di casa Gianluca Ciani che pur avendo sviluppato la propria attività fuori dal perimetro regionale ha sempre coltivato il desiderio di far evolvere il proprio territorio d’origine anche attraverso la propria azione d’impresa. Sul tema delle infrastrutture si è pronunciato anche Tommaso Corvatta, Sindaco di Civitanova che ha parlato della necessità di “ricostruire il rapporto tra la regione Umbria e la regione Marche in seguito all’apertura della nuova direttrice Foligno-Civitanova Marche, che sta cambiando la nozione spazio-tempo insita nel dialogo fra le due regioni”. Nonostante i processi avviati dalla nuova infrastruttura siano stati rallentati dal recente sisma anche il sindaco di Foligno, Nando Mismetti ha parlato di: “grandi speranze per la collaborazione produttiva tra Marche e Umbria, regioni avvicinate da un modello di vita comune e pertanto capaci di guardare ad un orizzonte di opportunità condivise”.

A ribadire il concetto il Presidente di Confindustria Macerata Gianluca Pesarini: “Il futuro dei nostri territori sarà legato allo sviluppo delle aziende private, siamo due regioni con poca popolazione, la nostra risorsa risiede nella capacità di creare impresa. Creare impresa, creando lavoro perché dove c’è lavoro c’è cultura, innovazione, servizi e progresso. Affinché ciò si realizzi dobbiamo cogliere l’opportunità  dell’industria 4.0, che velocizzerà l’informazione diminuendo gli sprechi e rappresenterà la chiave per entrare in un sistema nuovo. E’ in quest’ottica che le diverse realtà di Confindustria debbono agire e dare vita a sistemi e progetti integrati”.

L’intelligenza come chiave di volta per la creazione di un HUB strategico per l’Umbria è stato il tema portante dell’intervento di Laura Tulli, Presidente Confindustria Sezioni Spoleto e Valnerina che ha affermatoL’Umbria potrebbe essere la culla delle intelligenze e dei talenti, dobbiamo accogliere questa vocazione creando un distretto culturale. Un laboratorio di idee che vengano dagli imprenditori e che trovino una corrispondenza nel territorio, grazie alle istituzioni e ad una rete infrastrutturale, digitale e viaria, che abbracci l’intera regione”. “Il desiderio di allargare l’Umbria, superando ogni campanile ed espandendone le potenzialità, la visibilità e le opportunità- dichiara Paolo Bazzica Presidente Confindustria Sezione Foligno è infatti al centro del nostro operato.”

Un incontro ad alto tasso di propositività anche grazie alla vivace partecipazione dei molti imprenditori presenti.  Da Bartoloni della Sitem Spa che ha parlato della crucialità di uno sviluppo infrastrutturale a vantaggio delle imprese e di conseguenza del territorio a Elena Proietti, della ERREPPI srl che ha aggiunto la necessità di una emancipazione anche digitale della nostra regione. Da Maurizio Spera dell’Autocentri Giustozzi, che ha espresso la necessità di lavorare non solo sulle tante eccellenze esistenti ma anche sul farne emergere di nuove a Paolo Bonata, che ha invitato a rileggere la crisi post-sisma come un’occasione per fare introspezione sul valore della ricettività e riqualificarla brillantemente; fino a Giuseppe Metelli che ha invitato le imprese a condividere un percorso comune di cambiamento e rinnovamento utile all’intero sistema paese.

La tappa del tour #protagonisti nella Valle Umbria Sud si è caratterizzata ancora una volta, come un dialogo intenso con gli attori principali del territorio. “Un confronto vitale – chiosa Giovanni Giorgetti finalizzato a raccogliere esigenze e le idee degli imprenditori e dei rappresentanti istituzionali per generare quella visione sinergica di cambiamento e crescita che ESG89 Group colloca al centro della propria filosofia operativa”.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com