L’Università di Pavia vince il titolo italiano della CFA Research Challenge 2018

Team Vincitore Uni Pavia con mentor CFA Valbuzzi, prof. CFA Montagna e IR Moncler Paola Durante

L’Università di Pavia vince il titolo italiano della CFA Research Challenge 2018 – la competizione di finanza alla quale ogni anno partecipano le migliori università al mondo – e vola a Dublino per la finale EMEA prevista per il 4 e 5 aprile.

Coordinati dal prof. Dennis Montagna e dal mentor CFA Barbara Valbuzzi, gli studenti del Master MEFI (Master in Economics, Finance and International integration) dell’Università di Pavia Caterina Cavaliere, Daniel Zanin, Fabiola Cofini, Antonio Graus e Paolo Pagnottoni hanno conquistato anche il giudizio del panel di giudici della finalissima, presentando la loro analisi finanziaria su Moncler, celebre marchio del lusso italiano, che da oltre sessant’anni coniuga perfettamente stile e performance, ricerca estetica e tecnologia, creatività e innovazione.

Moncler è oggi leader indiscusso a livello mondiale nell’outerwear alto di gamma, presente nelle vie del lusso delle più importanti città del mondo e nei più esclusivi ski resort attraverso un network proprio di boutique monomarca e distribuito nei maggiori department store e multimarca internazionali.

L’evento di premiazione si è svolto lunedì 12 marzo 2018, presso la sede milanese di PwC, e ha visto il coinvolgimento di nove atenei, 44 studenti e oltre 30 professionisti.  Alla fase italiana, coordinata da CFA Society Italy, hanno partecipato i team rappresentanti le seguenti università: Cattolica e Politecnico di Milano, Ca’ Foscari di Venezia, Università di Modena e Reggio Emilia, Libera Università di Bolzano, Università di Pavia e Università Politecnica delle Marche, Università di Trieste e Università di Brescia.

Dopo la consegna del report scritto, gli studenti hanno presentato il loro studio a una giuria di sei esperti del settore finanziario: Erika Andreetta (PwC), Mauro Bragiola (Citi), Alberto Chiandetti, CFA (Fidelity), Patrizia Saviolo, CFA (GEA Consulenti Associati), Nicola Ricolfi (Nextam Partners) e Chiara Rotelli (Mediobanca). Il secondo e terzo posto sono stati assegnati rispettivamente al Politecnico di Milano e all’Università Politecnica delle Marche.

L’Università di Pavia proseguirà direttamente per la finale regionale EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), che si terrà il prossimo 4 e 5 aprile 2018 a Dublino. A testimonianza dell’elevata qualità dei nostri studenti e dei professionisti che li seguono, già nel 2016, 2014 e 2011 tre team italiani si sono aggiudicati la finale regionale EMEA. La finale mondiale, invece, si disputerà il 28 aprile 2017 a Kuala Lumpur, in Malesia, mettendo a confronto i vincitori di EMEA, America e Asia Pacifico.

“La soddisfazione nell’aver vinto la finale italiana è grande, ma ancora maggiore è la motivazione di proseguire con determinazione verso la fase EMEA a Dublino”. Queste le prime parole espresse dalla squadra vincitrice dell’Università degli Studi di Pavia. “Un ringraziamento speciale va al nostro mentor Barbara Valbuzzi, CFA, per il costante supporto e l’instancabile motivazione trasmessaci in questi mesi, e al nostro tutor accademico, il prof. Dennis Marco Montagna, CFA, per la guida e per gli insegnamenti di cui abbiamo fatto tesoro”.

“CFA Society Italy, nella sua attività pluriennale, ha costruito un’intensa relazione con le università italiane per promuovere i principi di integrità ed eccellenza professionale presso le giovani generazioni”. Ha affermato il Vice Presidente di CFA Society Italy e coordinatore del progetto, Giuseppe Quarto di Palo. “Siamo felici di poter offrire alle università e ai loro talenti l’opportunità di misurarsi in una competizione realistica, volta a riprodurre l’esperienza di un ufficio di ricerca di società di gestione o di case di investimento. Ai migliori studenti offriamo, inoltre, borse di studio per accedere al Programma CFA, al fine di ottenere una certificazione globalmente riconosciuta nel settore finanziario”.

“Questa iniziativa consente di raggiungere alcuni obiettivi importanti nel mondo della formazione e delle accademie. Innanzitutto, avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, combinando le conoscenze accademiche con le tecniche e gli strumenti utilizzati dai professionisti del settore finanziario. Il secondo obiettivo è quello di dare risalto alle nostre eccellenze universitarie italiane a livello europeo e mondiale”. Ha commentato il presidente di CFA Society Italy, Giancarlo Sandrin. “Questo progetto non potrebbe esistere senza il prezioso contributo dei volontari dell’associazione e dei partner che hanno sostenuto l’iniziativa FactSet, Fidelity International, PwC e Moncler, società oggetto di ricerca da parte degli studenti”.

“Anche in questa terza edizione, FactSet ha avuto il piacere di supportare la CFA Research Challenge offrendo la sua piattaforma analitica a tutti gli studenti”. Ha sottolineato Dorin Agache, Senior Consultant FactSet. “Quest’anno abbiamo notato un maggior coinvolgimento da parte delle Università partecipanti che hanno colto il valore della competizione utilizzando appieno le conoscenze teoriche con gli strumenti di analisi macroeconomica, charting e fundamental analysis. Un in bocca al lupo al team dell’Università di Pavia per la prossima avventura!”

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com