Umbralabel – Look style Label

Look Style Label” è questo il mantra di Umbralabel, dal 1996 azienda specializzata nella progettazione e nella stampa di etichette di qualità. Siamo nel regno dell’etichetta, degnamente valorizzata come “abito” del prodotto, indicatore della sua identità e qualità.

La pensa in questi termini Marcello Berioli che insieme a Roberto Orsini ha deciso di dedicare la sua vita intorno all’idea di “fare etichette per passione”. Una passione che prende forma ufficialmente circa vent’anni fa, quando dopo aver collezionato entrambi esperienze di lavoro affini a questo ambito i due soci e amici, decidono di dare credito al loro desiderio di autonomia imprenditoriale avviando un ambizioso progetto.

“Eravamo partiti con una buona intuizione – raccontano insieme Marcello Berioli e Roberto Orsini stampare etichette per il vino. Avevamo compreso che l’Umbria poteva essere una collocazione strategica, tuttavia all’inizio il nostro percorso è stato irto di difficoltà, non avevamo un parco clienti nostro, ci basavamo su tecnologie limitate, prevalentemente ferri vecchi messi insieme da filo di ferro, attitudine e passione. Ci siamo trovati a stampare molti prodotti diversi: volantini, folder, poco o nulla di etichette. Eppure la nostra determinazione è rimasta intatta e ci ha premiati, permettendoci non solo di conquistare questo settore, ma di sviluppare a riguardo una professionalità davvero elevata”.

La svolta ha le sembianze di un incontro cruciale, quello con la Cantina Sociale di Orvieto, che commissiona all’azienda la produzione di una considerevole quantità di etichette. E’ il volano per la crescita, ma soprattutto per la visibilità, grazie a questo lavoro Umbralabel viene notata e  identificata in questo mercato con chiarezza e conquista credibilità, rafforzata con la presenza costante a tutti i Vinitaly, vetrina di eccellenza per tutta la comunicazione che ruota intorno al vino. Oggi Umbralabel produce circa 150 milioni di etichette in un anno, il core business è rappresentato al 70-80% dal settore vino, seguito da olio e vasettame alimentare e infine da un minuto spicchio di altri generi.

Cavallo di battaglia della produzione di Umbralabel è l’etichetta in bobina, si tratta di una procedura di grande apporto tecnologico che ha sensibilmente migliorato e profondamente cambiato il sistema di etichettatura dei prodotti.

L’azienda si fregia di un parco macchine d’eccellenza che consente di raggiungere su bobina le stesse performance qualitative della stampa off-set su foglio. La capacità di integrare all’interno della propria realtà strumenti e procedure innovative precorrendo i tempi è del resto un’attitudine naturale dell’azienda.

Non solo sin dagli albori della stampa in bobina Umbralabel ha saputo intravedere in questo mercato un futuro di espansione e qualità, ma ha sempre indirizzato gli investimenti nell’avanzamento delle tecnologie produttive, basti pensare che la stampa off-set in bobina, oggi fiore all’occhiello della produzione, lavora a pieno regime già dal 2001 e che l’ambito della stampa digitale, altra punta di diamante, è impreziosito da linee di finitura e arricchimento appositamente dedicate .

Oltre al servizio della stampa vero e proprio, l’attività dell’azienda si declina in altre prestazioni professionali a supporto della committenza, frutto del rilevante know how maturato. Dopo 30 anni di esperienza nel “mestiere” la facoltà critica sviluppata dal team consente infatti di tarare sulle esigenze del cliente un efficace servizio di consulenza pre-vendita.  In aggiunta l’azienda ha un ufficio interno molto tecnico e di progettazione grafica, una possibilità in più per il cliente e in un certo senso anche la garanzia di un approccio alla grafica che muove dalla sapienza tecnica e pratica.

Consapevolezza e serietà sono i pilastri della visione aziendale. “L’etichetta è uno strumento essenziale per la comunicazione del prodotto – dichiara “l’etichettologo” Berioli è una forma chiamata a codificare la sostanza. E’ anche la prima forma che il consumatore incontra e che spesso utilizza come bussola per le sue scelte. Un’etichetta “sbagliata” può danneggiare anche un prodotto di buona qualità. Alla luce di questa certezza, sentiamo che nel gestire l’etichetta di un brand, stiamo gestendo una fetta consistente del suo successo. Questa è una grande responsabilità che accogliamo con serietà ed entusiasmo”.

Lungi quindi dall’essere semplicemente un’immagine adesiva l’etichetta è qui concepita come un sistema di valore. Ne è una testimonianza un progetto in via di sviluppo con alcuni importanti marchi nazionali che prevede di far transitare un’intera linea di prodotti da acqua e colla a etichetta autoadesiva per una quota di 30 milioni di prodotti.

Un progetto impegnativo che stiamo perfezionando da tempo con estrema premura, poiché – ribadisce Berioli – sappiamo che cambiando solo l’etichetta si cambiano inevitabilmente i flussi di vendita”.

Nonostante il supporto delle più moderne tecnologie e raffinate strumentazioni, il contatto con il cliente e la gestione della commessa avvengono con relazioni dirette, di autentico e costruttivo dialogo.

Altro fattore vitale è la consapevolezza, un obiettivo non unidirezionale, ma reciproco. Lavorare per diffondere una maggiore consapevolezza e una cultura della professione è l’intento di più ampio respiro a cui Marcello Berioli si dedica ormai da anni con l’organizzazione di Cipa, (Confezionamento e Imbottigliamento di Prodotti Alimentari) workshop di raccordo e confronto strategico per addetti ai lavori nel mondo del pakaging e dei  Cipa-Lab, incontri verticali specifici su tematiche di attinente interesse.

Oggi Umbralabel tende al futuro con immutato entusiasmo, desiderio di miglioramento costante e approccio alla ricerca più innovativa per il proprio settore. Negli anni questo atteggiamento ha premiato l’impresa modificando e ampliando i suoi obiettivi e il suo raggio d’azione.  In questa direzione si colloca anche la sinergia allestita da Umbralabel con alcune realtà esterne al fine di costituire una squadra ad alta specializzazione estremamente competitiva nel mercato della stampa litografica e digitale in genere.

Altro nodo di questa rete d’impresa è We Label, l’etichettificio di Catania partner di Umbralabel per la Sicilia.

Umbralabel è partner del progetto OREV, realtà capofila di un sistema anticontraffazione, unico in Italia che, attraverso l’inserimento di un microchip nell’etichetta del prodotto mira a tutelare il made in Italy.

OREV è per Umbralabel l’occasione per ripristinare una competenza che già possiede, è stata l’impresa di Berioli e Orsini infatti nel 2007 a lavorare sull’etichetta con microchip realizzata da una nota azienda umbra del settore vinicolo. Oggi questo progetto si perfeziona attraverso il ricorso ad un codice univoco, che certifica l’autenticità assoluta del prodotto e attraverso localizzazione con sistema NFC traccia ogni singolo passo del suo destino.

Da Umbralabel si fanno si etichette, ma si promuove anche un modello di lavoro basato su  concetti di trasparenza, come testimonia anche la fisionomia dei moderni uffici connotata a livello  architettonico dalla predominanza simbolica del vetro, di qualità, su cui non si scende a compromessi e di umanità e competenza.

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com