L’Industria 4.0 cresce senza sosta – Per il 2018, 330 milioni di ammortamento anche per i veicoli commerciali

ESG89 Group —> home.esg89group.it

Il Piano Industria 4.0 conquista un nuovo traguardo con l’inclusione nel piano di finanziamenti anche dei veicoli industriali e commerciali ad eccezione delle automobili fino a nove posti. Nella legge di bilancio per il 2018, il Piano Industria 4.0 ha visto rinnovarsi sia i finanziamenti alle aziende per le iniziative rivolete alla digitalizzazione sia il superammortamento per l’acquisto di macchinari e, dal prossimo anno, veicoli industriali.

Grazie al sostegno e al favore di aziende ed imprenditori che fin da subito, come evidenziato anche dall’attività di ricerca del Centro Studi Economico Finanziario ESG89 negli ultimi 12 mesi, hanno accolto il piano Calenda con larghissimo favore, la legge di bilancio per il 2018 ha confermato la presenza di fondi e agevolazioni per le imprese, estendendo i benefici ai prossimi sei anni per un totale di 330 milioni di euro.

Una cifra che fa ben sperare tutte quelle imprese che hanno beneficiato della precedente legge di bilancio e ne hanno tratto enormi vantaggi in termini di disponibilità di finanziamenti per macchinari, nuove tecnologie e formazione. Dal prossimo anno, inoltre, anche i veicoli commerciali e industriali verranno inclusi nel piano, allargando ulteriormente gli spazi di manovra e di investimento delle aziende.

Nella somma delle spese affrontate dalle aziende nel 2017, la maggior parte è stata assorbita non solo, come si potrebbe pensare, dall’acquisto di strumenti e macchinari produttivi di ultima generazione, ma soprattutto dalla formazione dei dipendenti per quanto riguarda la digitalizzazione delle imprese. È questo, infatti, il nocciolo della questione che riguarda tutte le aziende, di ogni ordine e dimensione, e pone nuove sfide e nuovi traguardi da raggiungere per mantenersi competitive sui mercati mondiali. La questione della formazione, che coinvolge non solo le aziende ma anche altri attori sociali come gli enti di formazione pubblici e privati, è divenuta ben presto centrale nell’agenda delle aziende, che ne hanno fatto una priorità e hanno cominciato ad investire velocemente sia sull’acquisizione di competenze da parte dei lavoratori che sulla creazione di partnership con professionisti del settore, nell’ottica più ampia della sempre più diffusa sharing economy.

ESG89 Group —> home.esg89group.it

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group