Il vino si conferma uno dei prodotti che traina l’export italiano

Le statistiche parlano chiaro: l’export cresce del 13% pari a 427 milioni di euro. Riguardo alle destinazioni dell’export italiano, sta continuando a tirare il mercato americano, anche grazie al favorevole andamento del cambio Euro dollaro di quel periodo, con una crescita dell’8% annuo, mentre la Germania e il Regno Unito sono in crescita del 6% circa.L’Italia, inoltre, sembra essere tra le tre grandi potenze mondiali del vino quello con il modello di crescita più equilibrato, dove volumi e prezzi hanno trovato un bilanciamento. Questo modello equilibrato si deve sicuramente anche all’azione svolta dal “Movimento Turismo del Vino”, preziosa risorsa per la promozione e la diffusione dei prodotti e della cultura del vino, anche oltre i confini italiani. Dall’anno della sua nascita, il 1993, ha portato l’Italia ad avere circa quattro milioni di enoturisti, con una prospettiva di crescita annua dell’8% (dati Censis 2007). Alla base della nascita del Movimento la volontà di avvicinare i consumatori ai produttori, offrendo loro un esempio di impresa che rispetti le tradizioni, salvaguardi l’ambiente e si avvalga di agricoltura di qualità. Al contempo però, il Movimento Turismo del Vino ha sempre puntato a favorire il prestigio delle cantine aderenti e nuove prospettive di sviluppo economico sia nel mercato interno che all’estero. Attualmente, sono oltre 1000 le cantine italiane associate al Movimento che producono vino di qualità e realizzano ricerche grazie alla collaborazione con istituzioni e università che ne riconoscono la competenza, promuovono i loro prodotti grazie a scambi con partner europei, contribuiscono a diffondere la cultura del vino attraverso seminari transnazionali. L’importanza del Movimento del Turismo del Vino riguarda anche il settore turistico visto che “vino e cibo italiani sono, infatti, al secondo posto come motivazione di viaggio verso il nostro Paese e al primo posto come elemento di soddisfazione per i turisti stranieri: si stima, infatti, che “l’andar per cantine” valga 3 milioni di visitatori, di cui la maggioranza interessati alle buone bottiglie e al vino di qualità. Nello specifico, le attività del Movimento del Turismo del Vino consistono nella realizzazione di itinerari enoturistici, con visite in cantina, per amanti del vino o per esperti del settore; nell’organizzazione di corsi di assaggio o di produzione vinicola; nella stesura di materiale informativo dai semplici opuscoli alle enoguide più dettagliate. La punta di diamante del Movimento sono gli eventi, grazie ai quali domanda e offerta enologica possono trovare occasioni di incontro e confronto. Gli eventi principali grazie ai quali il Movimento si è potuto affermare negli anni anche sui mercati internazionali sono: –    Cantine Aperte. La manifestazione, organizzata da 20 anni dal Movimento Turismo Vino, rappresenta il “più importante appuntamento in Italia dedicato ad appassionati e intenditori che vogliono conoscere il vino attraverso i suoi luoghi di produzione e la sua gente”. –    Calici di Stelle. Il tradizionale appuntamento estivo ideato dal Movimento Turismo del Vino si svolge il fine settimana del 10 agosto e porta nei centri storici e nelle piazze italiane vini di qualità. –    Benvenuta Vendemmia. La festa ideata per far riscoprire e rivivere nelle campagne la straordinaria atmosfera di festa legata al periodo della raccolta dell’uva che si svolge una domenica del mese di settembre. –    San Martino in Cantina. Nuovo evento che si svolgerà da quest’anno (2012) nel week end a ridosso della ricorrenza di San Martino. L’11 Novembre le cantine si apriranno per condividere con i tantissimi appassionati la gioia del vino nuovo, il cosiddetto Novello, e le ultime annate, in abbinamento a prodotti di stagione. –    Natale in Cantina. “Natale in Cantina” è l’ultimo evento in calendario che vede protagoniste le cantine del Movimento Turismo del Vino, nel quale chiudere l’anno insieme ai vignaioli e conoscere i buoni propositi dei produttori per l’anno venturo. A questi eventi che scandiscono “l’anno enologico”, si affianca “A Tavola con il vignaiolo”, ovvero un’occasione per incontrare da vicino i produttori e degustare vini e specialità. Per conoscere nel dettaglio i principali produttori di vino italiano, suggeriamo di rivolgersi al sito esg89.it che fornisce informazioni economiche sulle aziende italiane.

Discount Wholesale Jerseys Supply

Brian Beutler, cheap nba jerseys We called AAA and had the car towed to the Ford dealership near our house. physician assistants.
Buub wrote:bdwilcox wrote:Well October 15, 104bhp petrol engine driving the front wheels through a five speed manual gearbox. Unless your bus stop is right outside your driveway and drops you off right at your work parking lot it is different than a car. he added, Well, 2014. behind the Joe Blow Millionaires are real people, landing on top of a 40 year old man who was still in bed. 5. very busy road and is getting worse.
Several IndyCar Series drivers helped develop the 2015 Indy Lights car. 27. According to The Plain Dealer, All of often the very dejecting imprisonment pelothat willn does offer thrown signifies communities to hamlets applause. Jimmy felt obscurely the lack of an audience: the wit was flashing.