Gruppo Arvedi apre a opportunità M&A

iron coils

Arvedi, secondo produttore siderurgico italiano dopo Ilva nel comparto coils, riduce il livello di indebitamento finanziario netto: da 800 a 653 milioni, portando il leveraging ratio a 1,4.

Guarda anche a eventuali opportunità di crescita per linee esterne e ha da poco concluso un’operazione di finanziamento da 435 milioni di euro con una gruppo di banche guidato da Intesa Sanpaolo.

Il 2017 ha visto crescere il Gruppo Arvedi dell’8% dei volumi, con un MOL di 466,7 milioni (16,3% del fatturato).

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com