Giovanni Giorgetti | “Idea, cambiamento, crescita: questa la vera frontiera del 4.0”

Cari lettori, vorrei partire da un concetto: se in Italia e in Umbria non ripartiranno gli investimenti privati, la possibilità di tornare a crescere nel medio periodo sarà remota.

È molto probabile che i ‘luoghi comuni’ sull’economia, a volte supportati da molti dati oggettivi, abbiano negli ultimi anni rappresentato un freno.

È anche vero, però, che molte imprese, nel valutare programmi di investimento, hanno dimostrato di sapere andare oltre questa cortina basandosi su una visione ottimistica che normalmente chi fa impresa deve avere.

Gli investimenti di lungo periodo sono, infatti, il risultato di uno sguardo ‘alto’ che non si ferma al ‘rischio’ Paese-Italia.

Essi, quindi, generano valore soprattutto quando vengono fatti con la piena consapevolezza di poter creare un ‘valore’ economico nel tempo attraverso piani di innovazione e lavoro, diffidando da motivazioni speculative e finanziarie.

Il punto di partenza, quindi, per superare le difficoltà, è rappresentato dalla disponibilità al ‘cambiamento’: dove e quando necessario.

Cambiamento inteso come  la grande disponibilità ad accettare la discontinuità!
Idea, cambiamento, crescita: questa la vera frontiera del 4.0.

Come elemento del tutto immateriale in una dimensione che sempre di più si concentra sull’intangibilità della produzione e della manifattura.

Il produttore dell’idea non può, però, essere che l’uomo, con la sua originalità ed intelligenza.

Sulla scia di questa convinzione che suggerisco la rivoluzione copernicana 4.0: una rivoluzione che riconosca la centralità della persona e che miri al cambiamento, come strada necessaria verso la ripresa e la crescita!

GIOVANNI GIORGETTI | CEO e Founder ESG89 Group


Vuoi maggiori info sull’Annuario Economico dell’Umbria 2017/2018? Clicca qui

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com