Crisi bancarie: buco da 14 miliardi per Unicredit

Il buco di 14 miliardi per Unicredit è davvero sconfortante. Se pensiamo che stiamo parlando di uno dei più importanti gruppi bancari europei. La crisi dell’economia italiana passa tutta per le condizioni delle banche locali e nazionali. Molte di queste commissariate da Banca d’Italia, altre in preda ad aumenti di capitale per risanare perdite incredibili. Sono le stesse banche che per anni hanno però distribuito compensi milionari agli amministratori e rifiutato il credito alla PMI. Banche in grado di trattare il cliente come un ‘numero’, mentre con operazioni speculative finanziariehanno dilapidato il proprio patrimonio. Ora la resa dei conti. Con la crisi che morde e i nuovi criteri europei le banche sono costrette a ‘pulire’ i bilanci dalle partite incagliate. Chi pagherà tutto questo? Come al solito i clienti. I più piccoli. Fino a quando in Italia continueranno a sedere nei CDA delle banche molti finanzieri e grandi imprenditori, per la piccola impresa saranno guai seri. Viva l’Italia! Giovanni Giorgetti