Consauto, nuove soluzioni a supporto del mercato che cambia

Mantenere la propria auto sempre efficiente, farà risparmiare soldi in manutenzione. Trovare un referente multiservice in un’unica realtà, dove competenza, efficienza, cortesia ed una veloce soluzione a tutti i problemi, è un vantaggio competitivo. La perfetta integrazione di tutti i servizi offre la possibilità di far risparmiare tempo e denaro garantendo il massimo della soddisfazione. E’ attraverso i propri clienti che scaturisce la migliore pubblicità, ed è proprio questo che ha portato Consauto, società Cooperativa nel settore delle autoriparazioni, ad essere leader in Umbria come centro revisioni e fornitore di officine.

Sempre all’avanguardia nelle attrezzature impiegate, nelle procedure di lavoro e nell’aggiornamento delle Normative del Codice della Strada. Officine di Consauto sono strutture, dove meccanici, elettrauto e gommisti qualificati si prendono cura delle autovetture. Il Consorzio Consauto è un punto di riferimento, in tutta l’Umbria, per la revisione di autoveicoli.

Alla base di questo successo vi è la perfetta unione tra la tecnologia avanzata, la modernità delle attrezzature e il costante aggiornamento dei propri operatori. Il direttore generale di Consauto è Lio Mancinelli, il supervisore, come ama definirsi, che già nel lontano 1986, attivamente impegnato in Confartigianato nella sezioni dedicata ai Consorzi ed alle Cooperative, sosteneva la nascita di un Consorzio di Carrozzieri, concepito come l’embrione dell’attuale Consauto. Negli anni successivi viene dato un forte impulso allo sviluppo del settore dell’autoriparazioni e conseguente evoluzione delle carrozzerie, e nonostante Lio continui a ricoprire un ruolo importante all’interno dell’associazionismo economico in Confartigianato il 94 rappresenterà l’anno di nascita della Consauto. La neo nata realtà Consauto include tutto il settore dell’autoriparazioni e inizia la sua ascesa proprio con la privatizzazione delle revisioni. Dopo anni che si spera nella legge di privatizzazione, seguita con dedizione dal Gruppo Consauto, nel 97 si raggiunge questo importante traguardo: le revisioni vengono privatizzate e affidate al raggruppamento di officine meccaniche. Questo porterà il gruppo Consauto a passare da 11 soci, degli inizi, a ca.300 soci fra meccanici, elettrauto e gommisti.

Grazie all’ingresso di molti associati, Consauto crea una vera e propria struttura aziendale, con la casa madre inaugurata nel 1997 a Perugia, in zona sant’Andrea delle fratte, e dopo un anno vennero aperti altri 8 centri di revisioni in tutta la provincia di Perugia, che oggi ammontano a 13.

Cosa viene controllato durante la revisione? Secondo l’articolo 80 del Codice della Strada, la revisione degli autoveicoli e motoveicoli deve controllare una serie di apparati meccanici, elettrici e strutturali del veicolo affinché possa continuare a circolare in sicurezza.

Le autofficine del gruppo Consauto sono centri revisioni e si occupano di autovetture, autocarri, moto, motocarri etc. Effettuano tagliandi di manutenzione, ed offrono servizi di riparazione meccanica ed elettronica. Le officine dispongono di attrezzature di ultima generazione per eseguire interventi su ogni tipo di veicolo con efficacia e rapidità, il personale è competente e costantemente aggiornato sui più recenti metodi di lavorazione. L’esperienza di Consauto nel settore e la professionalità, gli permette di occuparsi di ogni problema delle auto, offrendo una manutenzione ordinaria e straordinaria completa.

A disposizione anche il servizio di riparazione e sostituzione pneumatici. Lo storico braccio destro di Lio è Giuseppe Millucci, socio fondatore dal ’94, e responsabile settore ricambi auto dal 2000, anno in cui Consauto si inserisce anche nel mondo della rivendita dei ricambi omologati, con la costituzione del primo magazzino ricambi, ad oggi aumentati a quattro in tutta la provincia. Il 2000 è anche l’anno in cui Lio Mancinelli si dedicherà h24 a Consauto, abbandonando definitivamente il mondo dell’associazionismo e la Confartigianato. In quegli anni ormai la Consauto è cresciuta in maniera esponenziale e da due fondatori degli inizi, siamo passati oggi a 51 dipendenti.

La Consauto è una cooperativa pertanto i clienti sono in sostanza gli stessi soci e questo è il valore aggiunto della struttura, cioè poter creare un management dall’interno anche se con non poche difficoltà. Questa infatti è stata la più grande sfida di Mancinelli, reperire i giusti manager dai soci, cioè dalle aziende che stanno dentro il circuito Consauto, potendo così esprimere tutta la sua abilità per la mediazione, senza entrare in conflitto d’interesse e agendo a favore e per il bene di tutti i numerosi soci del gruppo, indistintamente.

Oltre a Giuseppe Millucci, Lio è affiancato da altri brillanti collaboratori come Monica Pezzella e Vittorio Rossetti, responsabili amministrativi e Andrea Ceccarelli, responsabile di tutti i centri revisioni del territorio. Poi c’è l’immancabile figura del Presidente della Cooperativa Consauto che ricopre una carica operativa e di rappresentanza.

L’attuale presidente in carica è Sante Taccucci e nel corso della storia di Consauto, dall’inizio ad oggi, si sono succeduti diversi presidenti, ricordando in ordine, Andreoli Antonio, colui che ha costituito il tutto, poi Stefano Dorillo, ed infine Giuseppe Bornicchia. Consauto non fa solo business nel mondo dei ricambi e revisioni ma offre tutta una serie di servizi aggiuntivi ai propri soci che posso essere accreditati in Regione per la formazione gratuita, oltre a poter usufruire di un servizio informatico che prevede sia la formazione che assistenza tecnica a costo zero, e tutta la parte di gestione dei finanziamenti sia pubblici che privati. Tutto messo a disposizione in funzione della crescita dei propri associati, che hanno investito un piccolo capitale con cui contribuiscono alla vita della cooperativa la quale però si accolla tutte le spese principali di gestione al fine di garantire la qualità dei servizi offerti puntando alla crescita di ogni singolo componente, fino a diventare leader a livello nazionale in qualità di Consorzio.

La strada verso nuovi obiettivi e successi ha preso in questi ultimi anni nuovo impulso fino ad arrivare all’ultima sfida Consauto: la nascita di Emotion, una start-up inserita nel mondo della mobilità sostenibile. Nuovo business dunque, nuovo mercato per cercare di sensibilizzare il grande pubblico verso il delicato settore dell’elettrico e dell’ibrido, realizzando la famosa “colonnina elettrica” e il servizio di car sharing.

L’organico attuale di Consauto, tra soci, dirigenti e dipendenti, è composto da una cinquantina di persone, tutte giovani, perché Consauto ha sempre puntato a favorire l’occupazione giovanile infatti in più di 20 anni di attività ha assunto a tempo indeterminato circa 35 giovani alla prima occupazione, ognuno dei quali contribuisce al successo dell’azienda, accompagnando il cliente e supportandolo nella sua attività, dalla vendita ai servizi post-vendita. Il risultato di questo efficiente lavoro di gruppo è un’azienda vivace e dinamica, che crea occupazione in momenti in cui la disoccupazione giovanile ha toccato percentuali elevatissime, per questo Consauto ritiene di aver avuto anche un ruolo sociale fondamentale per la società civile, guardando al futuro, con la consapevolezza della sua tradizione e dei valori in cui crede, in primis quello della cooperazione.

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com