CLAL, dati e stime sul mercato caseario

dairy

Un colpo d’occhio sulle previsioni per il mercato caseario grazie ai dati raccolti da CLAL

La Nuova Zelanda ha visto l’annata agraria conclusasi il 31 maggio 2018 con una produzione casearia complessiva simile a quella precedente (+0,15%), a causa della forte umidità dell’inizio della stagione che ha rallentato la crescita dei foraggi.

Da luglio 2017 a maggio 2018 l’Australia ha avuto una costante crescita nella produzione di latte, sempre superiore al periodo di riferimento precedente e complessivamente del 3,7%; l’ultima rilevazione registra maggio 2018 a +6,5%.

Crescita di produzione in linea con l’aumento della domanda asiatica, per la quale si stima una forte richiesta di SMP (skimmed mild powder – latte scremato in polvere) e WMP (whole milk powder – latte intero in polvere) dalla Cina, di formaggi e burro dal Giappone. L’autunno caldo e secco sta allarmando i produttori di latte a causa dell’aumento dei prezzi del fieno.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com